mercoledì 23 settembre 2009

Love vibration: Bertolaso a Palazzo Grazioli

.
Stella Novarino, in arte Stella Jean (foto a destra), rivela che alle cene a Palazzo Grazioli ci fosse anche Bertolaso insieme a Gianpi Tarantini. Bertolaso, l'incorruttibile, con la sua polo blu, con la quale va a dormire per essere sempre pronto in caso di alluvioni, stragi, terremoti.

Due sono le versioni ufficiali fornite da Palazzo Chigi e dalla Protezione Civile per giustificare la presenza di Bertolaso ai festini:

1) allertato da membri della Protezione Civile, che avevano avvertito continue vibrazioni intorno a Palazzo Grazioli, e credendo di avere a che fare con un terremoto, Bertolaso è corso a Palazzo.

2) Berlusconi ha proposto "andiamo a donne". Bertolaso ha segnato sull'agenda, in stile da verbale da caserma di Polizia, "incontro a Palazzo in riferimento a donna". Poi la segretaria ha trascritto sull'agenda del giorno "incontro in riferimento ad Onna". E Bertolaso è corso a Palazzo. Con la sua polo blu.
.
josh rouse - love vibration (mp3)

9 commenti:

Zion ha detto...

ahahah questo post è geniale!!!! :'D mio dio questo filone è tragicomico. Di Bertolaso manco sapevo. L'incorruttibile. Magari!!! :-(

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Strepitoso! Sto ridendo proprio di gusto!

mauroarcobaleno ha detto...

la seconda che hai detto!

Alligatore ha detto...

Good Vibration direi. Sembra proprio un Beach Boys...

Baol ha detto...

Post fantastico!!!

indierocker ha detto...

geniale (@zion), strepitoso (@daniele), fantastico (@baol)....
ragazzi, mi fate arrossire...

...

anzi, no...

"sono il miglior blogger degli ultimi 150 anni!" (copyright silvio berlusconi)

...grazie mauro e alligatore too...

modesty ha detto...

scusa, ma io di quello squallore non ne posso più. parlarne non lo farà sparire.
uffff.....
love, mod

Pupottina ha detto...

le trascrizioni della segretaria sono fedelissime alla burocrazia ... e la polo blu... insomma .... altro che vibrazioni!!!

enne ha detto...

Al contrario del "Vate" e di altri io non rido.
Ciao ciao: è stato un piacere.