venerdì 17 ottobre 2008

Amsterdam

Non fosse stato per le biciclette ed i canali, potevo essere in qualsiasi altra città del mondo, o, meglio, in qualsiasi città del mondo civilizzato, di attrattività turistica e di dimensioni medio-grandi.

Prendete delle strade, rendetele isole pedonali, riempitele di negozi di street wear e di fast food, ed avrete il prototipo della città di oggi.

Tanto le vetrine sono le stesse (McDonald, Kebab, Body Shop, Gap, Starbucks, ...), a Istanbul come ad Amsterdam. A metà tra Disneyland e un centro commerciale.

Camminando per queste strade c'è la stessa puzza, a Istanbul come ad Amsterdam, un misto tra puzza di fritto e puzza di profumi artificiali. Vent'anni fa questa puzza la potevi avvertire sono negli spazi elitari di un grande aeroporto. Oggi è dappertutto, non occorre nemmeno entrare nei negozi.

E le facce sono le stesse, a Istanbul come ad Amsterdam, una nuova razza, non bianchi, non gialli, non neri. Ho comprato bulbi di tulipano al mercato dei fiori da uno di questa nuova razza, che mi ha fregato sul resto. Ho evitato di protestare, sarei potuto finire a fare il concime per i tulipani del giorno dopo.

Un mondo che è un misto tra Bladerunner e il bar galattico di Star Wars.

Che poi, dopo quattro giorni, non ne puoi più nemmeno delle biciclette e dei canali.

jacques brel - amsterdam (mp3 removed)

peter, bjorn and john - amsterdam (mp3 removed)

15 commenti:

Pupottina ha detto...

quanto è bella Amsterdam e quanti ricordi!

Anonimo ha detto...

Condivido in pieno...!A me sembrava di girare attorno alla Stazione Termini (con tutto il rispetto per Roma capoccia!).Danno collaterale della globalizzazione? Mah...! E auguri per il decimillesimo...!

Emi ha detto...

ma tu sei sempre in giro...adesso anche Amsterdam?...:)
e da li nessun regalino?
buon weekend e a presto da emi

riri ha detto...

Ciao,sei un viaggiatore?Battuta scontata..:-)cmq è una città che nn mi piace un granchè,per quanto riguarda la situazione attuale sono convinta che bisogna agire..sinceramente sarei un'ottimista se sapessi come e quando,so per certo che bisogna essere in tanti ed avere le idee chiare..ci si può lavorare..
un saluto

digito ergo sum ha detto...

pienamente d'accordo con te. ad eccezZione della canna libera. ;-)

buona domenica

lucagel1 ha detto...

Bravo Indie...bel post....dovrò farci una capatina...

Maria Rita ha detto...

Avevo intenzione di andare ad Amsterdam qualche anno fa, attirata non tanto dal patrimonio artistico e culturale, quanto dalle sue leggende metropolitane, che ruotano intorno alle signorine in vetrina così come ai funghetti allucinogeni. Alla fine, non partii più. Ma, a questo punto, penso di non essermi persa un granchè...

Buona settimana caro!

Titti ha detto...

beato te... sei stato ad amsterdam?
infatti, mi dispiace che ormai le grandi citte del mondo perdono le carateristiche... pero' ci sono le piccole citta' ancora caratteristiche e le ammiro molto...

Zion ha detto...

a me personalmente amsterdam non mi è piaciuta particolarmente.
Meglio bruges...molto meglio!

Zion

Mat ha detto...

pensa che io mi sono scassato le palle di amsterdam dopo un giorno.
e quanto mi è dispiaciuto aver passato solo 2 notti a bruxelles per averne passato 5 li!

Anonimo ha detto...

Insomma un plebiscito: Amsterdam fa c...re...!!! Ma non doveva essere la Venezia del Nord Europa!

indierocker ha detto...

@pupottina: il tuo commento è un po' controtendenza qui... evidentemente i bei ricordi contano!!!

@anonimo: ...sì, la sensazione è quella, ...e sono d'accordo: danno collaterale delle globalizzazione!
grazie degli auguri!!

@emi: si', mi capita di girare spesso... ma niente invidia: per lo più è per lavoro! ciao!!!

@riri: sì, dovremmo fare qualcosa...
(il commento di riri si riferisce ad un dibattito innescato da un post di digito, dal senso "ne ho pieni i maroni")
...che si fa: ci candidiamo alle prossime elezioni con una lista di bloggers? io propongo digito come candidato a primo ministro
...ah, è svizzero? vebbe', fa niente!

@digito: ...ah, un primo ministro che si fa le canne? tro-oppo figo!!!

@lucagel: si', ma non starci troppo, sembra che non ne valga la pena, e poi devi lavorare al programma per le prossime elezioni: ti va di fare il ministro della sanita'?

@maria rita: i bei musei ci sono, io sono stato al van gogh... e le leggende metropolitane, ragazze in vetrina, canne e funghi... mmmhhh, non lo so, io non ho provato... ma mio cugGGino mi ha raccontato che...

@titti: è vero, la globalizzazione ha reso uguali tutte le città grandi, ma forse in quelle piccole i mutamenti sono meno visibili... basta stare alla larga dai centri commerciali! ciao!!! (PS: non sono mai stato in giappone, chissa' se mi capitera'...)

@zion: d'accordo su amsterdam... bruges? non ci sono stato, ma se capito da quelle parti considerero' il tuo suggerimento! ciao!!!

@mat: ah ah ah, ma anch'io: 4 ad amsterdam e 1 solo a bruxelles (qualch eanno fa pero'), stesse tue sensazioni!

@anonimo: si', piu' o meno un plebiscito... gia', ma chi ha detto venezia del nord forse e' stato al nord, non a venezia!

davmo ha detto...

one love
one accappatoio party

davmo ha detto...

e scusate tutti
ma a me amsterdam piace

è vero che ovviamente
rispetto a 15 anni fa
data della mia prima visita
oggi è molto più globalizzata
ma lo sono anche
tutte le altre grandi città

ma questo è il solito
gatto che si mangia la coda
ma dice:
"buona oggi questa coda"

indierocker ha detto...

@davmo: oggi il gatto si mangia l'accappatoio!
...ah, com'e' andato l'accappatoio-party? ...ma, soprattutto, come si svolge?
ciao!!!