lunedì 27 aprile 2009

O partigiano portami viaaaa...

...
...o bella ciao, bella ciao, bella ciao ciao ciao....

Stupisce vedere, a commento del 25 aprile, i due principali quotidiani italiani osannare ieri in prima pagina silvio berlusconi e la sua partecipazione alla Festa della Liberazione (che secondo lui dovrà essere ribattezzata Festa della Libertà).

L'editoriale di Pierluigi Battista sul Corriere della Sera ("una ferita che si chiude") e l'editoriale di Eugenio Scalfari (!!!) su Repubblica ("è caduto il muro, il merito di questo risultato spetta a silvio berlusconi") celebrano il Sultano. Che i sondaggi che vedono il PdL oltre il 50% (e l'operato del Presidente del Consiglio approvato dal 75% degli italiani) abbiano spinto a queste scelte editoriali, pur di vendere copie in più?
...
...a couple of songs to celebrate freedom... (both artists from canada)...
...

18 commenti:

Silvia... ha detto...

ciao bello, ripasso domani con calma !!!!

la bislacca ha detto...

Eh, caro, ma mica ci può vendere con tanta facilità...
;-)

Marcus ha detto...

Nel nostro Paese ormai non solo non esiste più la sinistra (e da parecchio!), ma neanche l'opposizione (la voce di Di Pietro non fa testo, è fine a sè stessa). Ora scopriamo che è sparita anche la stampa di opposizione... D'altronde, con i numeri che ha questa maggioranza, non scherza più nessuno: vedi cosa è successo a Vauro, a Vulpio del Corriere della Sera, a Mentana, solo per fare alcuni esempi. La gente tiene famiglia e deve pur portare uno stipendio a casa. In tempi di crisi, poi, non tutti possono permettersi di incocciare nel licenziamento... E il gioco è fatto!
Resta la rete, è vero. Ma se vai a leggere le dichiarazioni di qualche esponente Pdl e del ministro della giustizia Alfano di un paio di mesi fa...

Charlie68g ha detto...

beh
penso che per una corretta definizione di liberazione, si debba necessariamente snaturare questo evento, da qualsiasi corrente politica

Eazye ha detto...

madonna santa

Anonimo ha detto...

Io vedo molte similitudini tra il 21 Aprile, Natale di Roma e il 25 Aprile, Festa della Liberazione. Tutte e due feste politiche e nostalgiche, allo stesso tempo. Create per celebrare (o autocelebrare) e per creare consensi tra le masse. L'impero, la razza, la resistenza, i partigiani...! Quante chiacchiere...!

silvano ha detto...

Il sultano non deve nemmeno limitare la libertà dei giornalisti e delle persone, questi si limitano da soli.

rockpoliticaepessimismo ha detto...

Certo che paragonare la celebrazione della resistenza a quella della "razza" è sconcertante, caro Anonimo. Non offendere la tua intelligenza, ti prego.

Per il resto, noto che una volta tanto che Berlusconi dice una cosa sacrosanta scattano le critiche di default. E a mio giudizio definire Eugenio Scalfari un marchettaro di Berlusconi è un po' come definire Mentana un martire antiberlusconiano. Un'amenità, diciamo così.

Marcus ha detto...

Per rockpoliticaepessimismo:
Se ti accontenti delle parole di Berlusconi, fai pure. Ma, a mio parere, non è certo con le dichiarazioni "sacrosante" di facciata e di convenienza che si governa o si dimostra di essere liberi da antiche nostalgie. Poi, probabilmente hai ragione tu: forse sono stato troppo indulgente a inserire Mentana nella lista dei martiri. Ma se ascolti l'aspra battuta sfuggita a Confalonieri in una delle ultime puntate di Report, forse ti indigni anche tu. Se vuoi, l'ho riportata qui. Ciao.

Manfredi ha detto...

Conosco bene la vicenda Mentana. Gli stanno facendo terra bruciata a Mentana, ma Mentana forse si è svegliato un po' tardi ed è rimasto fregato dalla macchina che lui stesso ha oliato per anni. Troppo comodo gridare al regime quando per anni sghignazzava in faccia a coloro che dicevano quello che lui ha detto da Santoro. Peraltro credo che gli attriti vadano al di là di questioni politiche, da quello che ho sentito in giro.

Su Berlusconi: lascia perdere le convenienze, le facciate e il resto. Ha detto due cose sacrosante. Talmente sacrosante che per la loro ovvietà non ci sarebbe di che perdere tempo.

Invece no. Da una parte ci sono quelli che lodano il premier per "l'alto profilo istituzionale". Dall'altro ci sono quelli che dicono "sì, però, lo dice per convenienza". E così si occupano pagine di giornali parlando del nulla. Ennesimo colpo da maestro di Berlusconi, su assist di Franceschini, il "vice disastro", come lo apostrofò credo Renzi.

Il paese affonda. Ma il titanic mi sa che l'abbiamo nel cervello, noi italiani.

Marcus ha detto...

Per manfredi:
Tu scrivi: "Su Berlusconi: lascia perdere le convenienze, le facciate e il resto. Ha detto due cose sacrosante. Talmente sacrosante che per la loro ovvietà non ci sarebbe di che perdere tempo".Ti chiedo: secondo te perchè allora le ha dette?

Manfredi ha detto...

Vedo che non hai letto la seconda parte del mio intervento.

Berlusconi ha detto due cose sacrosante e ovvie per lo stesso motivo per cui ha annunciato la candidatura delle letteronze. Perché quelli come te perdessero tempo a parlare di ovvietà anziché discutere di questioni ben più urgenti.

Marcus ha detto...

Per manfredi:
Mi spiace, non credevo di perdere del tempo a parlare con te di ovvietà. Però ora che mi ci fai pensare...

Comunque lascio te e "quelli come te" a "discutere di questioni ben più urgenti". Magari sul tuo blog. E continuerò a parlare qui di cose futili e ovvie. Ti basterà non far caso ai miei commenti, no? Bye!

Manfredi ha detto...

Come vuoi. Anche se continui a far finta di non capire quello che ho scritto e a evadere la questione che ti ho posto.

Vogliamo fare una scommessa? Vogliamo vedere per quanti giorni si parlerà del finto litigio fra Silvio e Veronica, preparato ad arte dagli spin doctor di Berlusconi?

Le ovvietà, caro Marcus, sono l'agenda delle notizie che Berlusconi riesce regolarmente a imporre alla stampa e all'opinione pubblica. Credevo fosse chiaro. Ma forse mi ero espresso male.

Nicole ha detto...

Credo che niente avvenga per caso...e loro sono un esempio lampante. Distingure tra verità, bugie e omissioni è arduo!

Eazye ciulo ha detto...

Secondo voi anche Scalfari e Battista chiamano il Cav.Banana papi?

Emi ha detto...

ma che carino che è il Silvio in questa foto:)
buona settimana da Emi...ripresi gli allenamenti per il surf di quest'estate?:)

indierocker ha detto...

...grazie a tutti per i commenti!

...ed è bello vedere che c'è dibattito. vuol dire che ancora crediamo in qualcosa.

...pero'... una cosa la voglio dire.

...cosa ha detto berlusconi nel discorso del 25 aprile? me lo sono andato a leggere in versione integrale per vedere cosa mi ero perso... infatti prima mi ero fermato solo alle parole ascoltate nei tg ("sono convinto che siano maturi i tempi perchè la festa della liberazione possa diventare la festa della libertà"), e mi erano sembrate una gran cagata.

...ho letto tutto il discorso, e, accanto a cose condivisibili, ho trovato reiterati in maniera esagerata gli accenti sul "rispetto per tutti i caduti, anche quelli dalla parte sbagliata", o sulla resistenza, per la quale "occorre ricordare anche le pagine oscure, anche quelle nelle quali chi combatteva dalla parte giusta ha commesso degli errori", o sulla costituzione, "frutto evidente di compromessi", con la quale "fu mancato l'obiettivo di creare una coscienza comune della nazione".

no. mi dispiace, no. il 25 aprile è la festa della liberazione, cioè liberazione dall'oppressione nazifascista, che si celebra il 25 aprile perchè il 25 aprile 1945 furono appunto liberate Milano e Torino. Se si vuole una festa della libertà, si faccia in un altro giorno... che so, il 29 aprile (piazzale loreto!). o un qualsiasi altro giorno.

...e poi, per chi non lo sapesse, i caduti dalla parte sbagliata hanno già una loro celebrazione, il 10 febbraio (si commemorano dal 2005 i caduti delle foibe, vittime di un altro "totalitarismo", e cioè quello della ex-jugoslavia, foibe ecc).

...e poi, come dice manfredi, anch'io cado come un pirla nel tranello su veronica-silvio (post di stasera)...

un saluto a tutti, e in particolare a papi!!!