lunedì 22 marzo 2010

Crooked Rain, Crooked Rain


"Crooked Rain, Crooked Rain" è il secondo album pubblicato dalla band americana Pavement.

Melodie sghembe, attitudine lo-fi, se c'è UN gruppo che può essere definito "Indie", quelli sono i Pavement.

La banda di Stockton, California, esordisce con "Slanted and Enchanted" (al numero 134 dei migliori 500 album di tutti i tempi secondo Rolling Stone) nel 1992. Due anni dopo, 1994, è la volta di Crooked Rain, Crooked Rain (secondo Rolling Stone al numero 210, secondo me nei primi 25). Seguiranno Wowee Zowee nel 1995, Brighten the Corners nel 1997, e Terror Twilight nel 1999. La band si scioglie poco dopo.

Quest'anno la reunion, con un Best of, intitolato "Quarantine the Past", e un Tour, che toccherà anche l'Italia. A Roma il 24 Maggio.


Elevate me Later, da Crooked Rain, è al numero 16 delle migliori canzoni di tutti i tempi secondo questo blog.


8 commenti:

Manfredi ha detto...

grande disco

Anonimo ha detto...

Bene sei tornato alla musica top, anche per ora stai facendo le "ristampe" della precedente classifica...! Comunque, sempre meglio della politica...!

Alligatore ha detto...

Già Manfredi grande disco. Grandezza della musica bassezze della politica, potrebbe essere un buon sottotitolo del tuo blog. Continua così.

indierocker ha detto...

grande disco, si'! e grazie allie per il "continua cosi'"...

anonimo: beh, non e' una ristampa, quando ho postato il n. 16 DUE ANNI FA avevo solo scritto... "se c'è un gruppo indie, quelli sono i pavement"...

allelimo ha detto...

D'accordo, e se c'è un disco indie, quello è "Crooked rain". Non c'è un solo pezzo meno che bello in tutto il disco :)

indierocker ha detto...

e io mi sono pure comprato le "desert session" di crooked rain!!! doppio CD con outtakes, alternate versions ecc ecc!!!

francescorock ha detto...

Ciao Indie..ho anch'io la tua stessa versione. Disco bellissimo perché capace di emozionare con una semplicità davvero sorprendente.

indierocker ha detto...

vero, vero!!!