mercoledì 9 aprile 2008

Ho deciso per chi votare...

...e si', lo scorso fine settimana ero in giro per una città del nord, a passeggio sul corso, ed ho incontrato gazebi delle liberta', gazebi delle primarie, casette di casini, ecc... e c'era il "chi offre di piu'".
senza spiegare come, tanto basta il pensiero.
e allora, se casini riassume il suo programma in 5 risposte forti, berlusconi in 7 missioni per il futuro, e veltroni in 12 azioni di governo (vedi foto di opuscoli e alcuni gadget politici raccolti nel giro di 50 metri), perchè accontentarci del meno?
12 è piu' di 7, che è piu' di 5...
...quindi votero' Partito Democratico!
E comunque, nei vari gazebi e in tutta la campagna elettorale, oltre che trovate simili (quella di riassumere in opuscoli "friendly" con il numero, 5, 7 o 12... quelle di scriverti lettere a casa iniziando con "caro qui-c'e'-il-tuo-nome-di-battesimo"), ho visto anche gli stessi gadgets: matitine, laccetti per il polso, adesivi, palloncini...
...ma i mitici guru che curano 'ste cose (magari è sempre lo stesso, da tanto che si somigliano) cosa credono, che l'età dell'elettore medio sia nella fascia 6-12 anni???

PS: sto lavorando sulle migliori canzoni di tutti i tempi, part IV, ma questa bella campagna elettorale mi distrae...

Again on italian politics... but be patient, it will be all over next week!

heaven 17 - fascist groove thing (we dont need that) (mp3)

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Senti Indie, ma che età mentale credi che abbiano gli ultrà che riempiono gli stadi, le casalinghe che chiedono i numeri del lotto alle maghe, gli operai che telefonano alle donnine hard 144, gli yuppies che consumano omeopatici, gli obesi che si fanno incantare da pedane vibranti o pozioni miracolose? Io dico 6-12 anni...! Questo è l'elettorato attivo! Come la vedi diluita la tua preferenza in un tale solvente? Direi a concentrazioni omeopatiche! Good luck!

indierocker ha detto...

ahhhhh, quindi tu sei un fan del non-voto, eh? hai delle buone ragioni, è vero, ...ma.. non so... urge nuovo post sul voto, nonvoto, voto, nonvoto, voto, nonvoto, voto...

little baby ha detto...

sono nauseata da questa campagna elettorale, dai confronti, dai dibattiti, dagli inni, dai santini, dalle cose dette e dalle cose mai dette, dalle promesse e dai fatti!!! infatti a questo giro mi sono tenuta volutamente molto alla larga, ma nonostante ciò non riesco a non andare a votare perciò anch'io posso dire: Ho deciso per chi votare......
Complimenti Indie per le tue classifiche (ho ascoltato parte 1° e parte 2° , ancora non riesco a sentire parte 3° per mancanza di tempo)visto la tua impresa che dirti: buon lavoro e buon proseguimento!!

indierocker ha detto...

cara little baby, grazie del commento sulla musica. per quanto riguarda il voto nonvoto voto nonvoto, apprezzo molto la tua testimionianza. nel legittimo disgusto provocato dalla campagna elettorale, la scelta è difficile. la mia dichiarazione di voto per il pd è solo virtuale, ed anche il post successivo (le scelte possibili sono solo due, pd o nonvoto) è un artificio retorico. e' chiaro che una terza possibilita' c'è, tipo... sinistra arcobaleno (a buon intenditor, eh, little baby?), anche se a fausto si fa mooooooooolta fatica a perdonare la caduta del governo prodi nel 1998. e cito testualmente cossutta, "di fronte alla sciagurata decisione di Bertinotti di negare la fiducia al governo Prodi fu indispensabile e sacrosanta la nostra separazione. La verità è che dalla caduta di Prodi, voluta caparbiamente e irresponsabilmente da Bertinotti, sono derivati tutti i guai successivi per la sinistra. Fuori dal centrosinistra c'è il dominio della destra come i fatti, e non le chiacchiere, stanno dimostrando. Bertinotti riuscì nel 1998 ad ottenere la fine del governo Prodi ma non riusci' ad ottenere allora la fine del centrosinistra. L'ha ottenuta ora. Ha raggiunto cosi' il suo scopo dichiarato per raggiungere il quale non ha esitato a regalare l'Italia a Berlusconi."
Armando Cossutta, 2001