venerdì 28 novembre 2008

Heaven or Las Vegas

.
"This is not a good town for psychedelic drugs. Reality itself is too twisted."

(Hunter S. Thompson “Fear and loathing in Las Vegas – A savage journey to the heart of the American dream")


"Poi, arrivato a Las Vegas, il mio disagio svanì. Non avevo mai visto una cosa del genere: un orgasmo visivo, una allucinazione tridimensionale, una vera libidine per elettricisti. Esattamente come me l’aspettavo, soltanto moltiplicato per dieci."

(Bill Bryson “America perduta”)


Se non siete mai stati a Las Vegas, e la conoscete solo per aver visto Ocean’s Eleven, i suoi sequel, o altri film sulla città dove tutto è possibile, beh, quella non è Las Vegas, quella è Disneyland. Se i vostri riferimenti sono O’s 11 e dintorni, entrando in uno dei mille Casino di Las Vegas vi aspetterete tanti sosia di Brad Pitt, o il meglio della gioventù dorata della California in vacanza durante i giorni di vacanza di Thanksgiving. Rimarrete delusi. Gli abitanti del buio e delle luci di Las Vegas sono più spesso simili a Jabba the Hutt che a Brad Pitt.

La polvere è una caratteristica di Las Vegas. Non è la polvere del deserto, ma la polvere delle demolizioni, delle costruzioni. Ogni tanto viene polverizzato un albergo, e al suo posto ne viene costruito uno grande il doppio. New York, Venezia, le Piramidi, Roma antica, Las Vegas è un cantiere sempre attivo.

Si dovrebbe visitare Las Vegas solo come parte di una esperienza più grande, che comprenda la Death Valley, il deserto del Mojave, il Grand Canyon. Ci vuole un numero imprecisato di miglia che ti allontanino da Las Vegas per apprezzare la città, e più miglia metti tra te e la città, e meglio è. Uscendo da Las Vegas si apprezza ancora di più il vuoto che c’è intorno, gli spazi del deserto, i motel fatiscenti lungo la strada in punti che la mappa Rand McNally segnala come centri abitati, ma che in realtà sono abitati da 50 (Nipton), 576 (Searchlight) o al massimo 860 persone (Baker, l’unica città degna di questo nome tra Los Angeles e Las Vegas: 860 abitanti).

cocteau twins - heaven or las vegas (mp3 removed)

gun club - bad america (mp3 removed)

...the cocteau twins song, an edited version, is available from the group's website, where many more songs are present, so there should be no problem in downloading it from here. the gun club song is taken from the album "las vegas story", and will be removed from this site in approx 10 days. text and photos by indierocker...



19 commenti:

Silvia ha detto...

mmm...Las Vegas? Non amo molto giocare d'azzardo, però il Grand Canyon vorrei vederlo!

Ti auguro un buon fine settimana :)

p.s.ho ascoltato le canzoni, complimenti per la scelta!
Non conoscevo i due gruppi...

la bislacca ha detto...

Non è lì che ci si sposa easily?
:-D

Zion ha detto...

860 abitanti. ottocentosessanta.
Trovo un certo parallelismo con certe comunità montane de'noarti...

cmq è proprio profonda provincia.

Zion

Anonimo ha detto...

Mitica Vegas... Condivido in parte la tua analisi spietata. Io sono attratto anche dalla città in sè, forse proprio per quelle senzazioni psichedeliche che suscita nel deserto (bellissimo) che la circonda. Io la vedo come un miraggio, ma reale. Hai visto che sensazione il suo bagliore quando sei 10 km sopra con l'aereo o quando spunta tra le dune di notte mentre arrivi in macchina...?

Pupottina ha detto...

bella las vegas, anche se vista soltanto in tv!

buon inizio settimana e mese


^__________________^

lucagel1 ha detto...

Caro Indie è un monumento del al consumismo...mi fai venir voglia di un bel on the road lungo la death valley....

lucagel1 ha detto...

Che dici,ce le portiamo dietro le tue pupe,la Gelmini e la Carfagna...che momenti indimenticabili passeremo...

indierocker ha detto...

@silvia:
anch'io non amo giocare, ma mi tocca andare a las vegas per lavoro un anno si' e uno no (e non ho niente a che fare con gioco d'azzardo o prostituzione). il bello di las vegas e' quello che c'e' intorno, sopratutto deserti e grand canyon (mmmhhh... prossimo post sul grand canyon?).
si', grazie per l'apprezzamento della musica, ti consiglio soprattutto i gun club, primo disco, fire of love... non so, per natale a aldievel? ciao!!!

@bislacca:
si', ci si sposa easily, cappelle-preti-notai-24orealgiorno ogni 100 metri... ma altrettanto facilmente ci si separa!!!

@zion:
si', e' la profonda provincia, ed e' per quello che mi piace! dove ancora ti chiedono con vero interesse "wher're you guys from?" invece ti tirarti una spallata mentre cammini, come a roma o a new york...

@anonimo:
grazie, anche io condivido le cose che dici ...arrivare a las vegas in macchina di notte e' qualcosa che ricordi per sempre, vedi un bagliore nel cielo gia' da 50km prima, e ti chiedi, cos'e'? sono atterrati gli ufo?

@puppy:
si', ma, come ho detto, quella della tv non e' la vera las vegas... organizziamo un tour, come suggerito da lucagel qui sopra? e ci portiamo anche mara e mariastella? ....ehm, no, quelle no!

@luca:
bella idea, musica a palla, birra gelata... ma mara e mariastella no!!!!!!!

Silvia ha detto...

Grazie mille per il prezioso consiglio...Ne terrò conto :D

la bislacca ha detto...

E quella è la bella notizia.

Pupottina ha detto...

ti rispondo: non si può essere mai troppo precisi... tutelo la privacy dei miei assistiti... eheheheheh

buona giornata

lucagel1 ha detto...

Non fare lo schizzinoso,potevo proporti Letizia M. e Margherita Boniver....ragazzo datti una regolata!

indierocker ha detto...

@puppy:
ahahhahahah!!!!

@luca:
ri-ahhahahahah!!!!

indierocker ha detto...

@la bislacca:
...e c'e' anche una clinica dove ti rimettono a posto per il nuovo lui/lei quello che non va ("reversal of vasectomy and reversal of tubal sterilization, money-back guarantee": giuro!): troppo avanti 'sti americani!

Titti ha detto...

ciao indierocker,
beato te per viaggiare spesso nel mondo... sia ad amsterdam che negli stati uniti...
vorrei vedere il grand canyon un giorno...ci sono stata solo a Los angeles... sara' magnifico...

Hobson ha detto...

scappare dal mondo attraversando il deserto e rifugiarsi per giorni in un posto in cui pensare non è necessario, anzi è sconsigliato. dove le luci, le donne e la febbre del gioco ti accecano. l'idea cinematografica di las vegas è quanto di più consigliabile a chiunque abbia ancora una coscienza sociale nel 2008 :) se mi dici che però in realtà non è così non so più dove cazzo andare a rifugiarmi :D

FiL ha detto...

Hi Indierocker! A very nice post - I think I managed to understand most of it, even though my Italian is extremely limited...

Glad you seem to have managed to get beyond Vegas itself - as you read in my post, I get sick of the city itself very quickly. I'm due to go back in February for a conference, and this time I'm going to spend a couple of days in Death Valley. Also on the agenda: the Amargosa Opera House, where I'm hoping to catch one of octogenarian Marta Beckett's quirky performances.

Indeed, there is much dust of destruction and construction, though I think the kinetic pace of development will likely be slowed by economic conditions.

Baker was a scream - did you dine at the Mad Greek Diner?? And the biggest question of all: did you make it to the Double Down Saloon in Vegas??

indierocker ha detto...

@titti:
ciao, grazie del passaggio!
..il grand canyon? beh, si', vale la pena! (se oggi faccio in tempo metto qualche foto...)

@hobson:
no, no, non ho detto che las vegas non è un bel posto, ho detto che las vegas va inserita in una esperienza piu' globale per apprezzarla. il fatto che las vegas sia nel deserto fa guadagnare sia las vegas che il deserto... certo, pero', se devo scegliere, preferisco il primo. las vegas, dopo poche ore, mi rende nervoso. sul serio. io, come credo FiL qui sopra, ci capito spesso per lavoro, e ogni volta mi piace di meno... ma le prime volte: wow!!!

@FiL:
thanks for visiting, such a long way from vancouver, BC!!!
I loved your post on vegas, and, well yeah, i happen to be there for conferences too, every second year! and if vegas gets you sick quick, ...me, i get nervous very quick.
the mad greek? obviously i had lunch there, the self-proclaimed "best gyros in the united states"!
double down saloon? ooops, no, but i will mark it on my agenda for the next time!!!!!!

Anonimo ha detto...

I do not even know how I stopped up here, but I believed this publish was good.
I don't recognise who you're however definitely you are going to a well-known blogger if you happen
to aren't already. Cheers!
hardwood floor refinishing

Here is my webpage - installing hardwood floors